Tag: arte & design

Slow furniture movement

Slow furniture movement

Navigando su internet ho trovato un blog dal contenuto alquanto interessante che condivido con piacere. Si tratta di  slowfurnituremovement, creato dalla giornalista britannica Melanie Cable-Alexander e ispirato dal movimento nato in Italia Slow Food.
Il movimento Slow Furniture è l’antitesi di tutti gli oggetti d’arredo che sono costruiti e assettati velocemente, in serie, mentre promuove la costruzione manuale di elementi d’arredo da parte di designer artigiani che progettano e fabbricano con dedizione oggetti destinati a durare per generazioni.

Questo movimento è anche un modo per preservare le abilità deli artigiani britannici che così come negli altri paesi industrializzati sono destinati a sparire per via dei mobili economici prodotti in serie e della concorrenza di paesi esteri.

Tra le varie categorie, tutte simpatiche e vivaci, che il blog offre troviamo: “stuff the grabs my eyes” ( oggetti che hanno catturato la mia attenzione ) in cui ho trovato la fotografia di un originale poggiapiedi a forma di cuore oppure “incredible-craft” dove sono inseriti filmati di artigiani che lavorano la terracotta .
Nella categoria “news” spicca la notizia, che sicuramente approfondiremo, di Bradd Pitt designer di una nuova linea di mobili. Altre categorie sono di carattere più informativo, spiegano l’origine dei materiali che vengono utilizzati nella creazione dei mobili.

Al blog è collegato un sito di vendite lapaloosa  dove si acquistano questi oggetti   creati manualmente da abili artigiani, selezionati personalmente da Melanie Cable-Alexander.
Naturalmente ogni oggetto viene creato e prodotto “su misura” seguendo le richieste del cliente. I mobili e i complementi d’arredo non sono più solo funzionali ma divengono arte.
Scorrendo le immagini dei prodotti si trovano splendidi divani e poltrone, paralumi e poggiapiedi, bicchieri e tovaglie ( naturalmente tinte a mano ) ma anche complementi outdoor, giocattoli e arredi per camerette.

Copyright Webtappeti.it 2012
Graffiti per arredare la camera

Graffiti per arredare la camera

I ragazzi e le ragazze che desiderano la propria camera da letto un po’ ribelle e creativa e che per arredarla cercano elementi che rappresentino la propria personalità, troveranno sicuramente interessante la collezione Graffiti inserita nella sezione Kids&Teen.
I vari modelli proposti hanno motivi che, per i colori brillanti e il contenuto, si avvicinano alla Street Art.


L’arte urbana ha subito negli ultimi anni una radicale trasformazione. E’ passata infatti dall’avere come oggetto un messaggio politico a pura espressione disinteressata di creatività.
Non dimentichiamo che i graffiti del passato erano un autentico manifesto politico contro le assurdità del potere oppure di entusiasmo per la libertà ritrovata. Ne sono un esempio i graffiti del muro a Berlino.
Negli ultimi decenni la Street Art si è sviluppata come vero e proprio sistema di comunicazione e gli artisti ne hanno fatto un mezzo attraverso cui comunicare il proprio pensiero.




















I modelli della collezione Graffiti, creati da affermati designer d’interni, ripropongono la grafica che troviamo sui muri delle città ma in modo più garbato, adatto a qualsiasi tipo di arredamento.
Troverete modelli con scritte in varie lingue giocate nei colori rosso, bianco e nero oppure rivisitazioni della bandiera UK in chiave vintage e con colori pastello.
Sono sicuramente simpatici il modello con i teschi colorati e quello con i baci mentre chi desidera un effetto pop-art troverà interessante il modello con gli scooter colorati. Chi ama lo stile romantico rimarrà incantato dal modello love.



















La fibra utilizzata è l’ultraresistente polipropilene che permette ai colori di rimanere inalterabili nel tempo, viene anche chiamato “lana sintetica” perché è morbido e soffice come la lana e in più è durevole e con un prezzo accessibile.
E’ un tipo di materiale consigliato per la camera dei ragazzi perché di facile manutenzione, basta passare l’aspirapolvere e se si macchia basta pulirlo con un detergente delicato.

Copyright Webtappeti.it 2012

Design di lusso a Beverly Hills

Design di lusso a Beverly Hills

Lo scorso dicembre nella storica residenza Greyston Mansion a Beverly Hills ( California ) si è svolta un’ avvincente esposizione di design.

Ventiquattro tra i più importanti designer d’arredo degli Stati Uniti hanno trasformato con la propria creatività  le stanze della maestosa villa.

La residenza, in stile baronale-neogotico, progettata e costruita nel 1927 dall’architetto Gordon B. Kaufman per la famiglia Doheny, fu in seguito acquistata dal comune di Bevery Hills nel 1971 e aperta al pubblico.

Tre le proposte più suggestive potete notare la stanza ricreata dal designer Jamie Drake in cui risplende il  tappeto di Kyle Bunting e la parete con un dipinto di Lana Gomez

 

 

Nathan Turner, interior designer di fama internazionale, ha scelto di reinventare la splendida  “game room” di legno con elementi legati alla caccia, sottolineati dalle stampe d’ispirazione africana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La stanza scelta da Philip Gorrivan, che originariamente era la breakfast room adiacente al solarium, è stata trasformata in un’elegante sala glamour dalle delicate nuance.

Ron Woodson e Jaime Rummerfield hanno realizzato la camera da letto della proprietaria signora Doheny, per dar spazio alla loro creatività con un design opulento, che rende omaggio allo stile hollywoodiano con toni vibranti di rosa, perfetti per la signora della casa.

La spettacolare hall del secondo piano dell’ala ovest è opera della designer Wendy Schwartz con le pareti dai motivi astratti in acquerello che creano un moderno contrasto con gli originali profili a rilievo.

 

My artistic: mobili d’arte e design

My artistic: mobili d’arte e design

Il vero lusso oggi sta nel possedere cose uniche, personalizzate secondo il nostro modo di essere, che ci assomigliano. Oggetti unici, realizzati esclusivamente per noi con creatività e fantasia.

Navigando sul web mi sono imbattuta in un blog molto originale, MyArtisticBlog in cui vengono proposte nuove idee per il restauro di mobili antichi con la collaborazione di artisti, artigiani, creativi e designer.

I professionisti dell’atelier MyArtistic reinterpretano mobili antichi rendendoli innovativi e singolari. L’ atelier myArtistic nasce dall’idea di reinterpretare il mobile d’epoca con arte e design, partendo dal classico restauro e passando attraverso l’esecuzione di decorazioni, applicazioni foglia oro, effetto shabby chic, aggiunta di elementi innovativi quali plexiglass e illuminazione led. Il risultato è la creazione di pezzi unici che portano con sé il pregio, la cultura, la storia del passato e l’espressione diretta delle esperienze e dei gusti delle persone indipendenti, che rifiutano l’omologazione di massa e utilizzano la propria creatività e fantasia.